Airbnb esplora i pagamenti in criptovaluta – l’amministratore delegato vede “una rivoluzione in corso nella criptovaluta”

Airbnb Explores Crypto Payments — CEO Sees 'a Revolution Happening in Crypto'

Il popolare sito di viaggi Airbnb potrebbe presto accettare criptovalute per i pagamenti, il CEO Brian Chesky ha accennato. “Come la rivoluzione nei viaggi, c’è chiaramente una rivoluzione in corso nella crittografia”, ha aggiunto.

Il CEO di Airbnb dice “C’è chiaramente una rivoluzione in corso nella crittografia”

Il CEO di Airbnb, Brian Chesky, ha chiesto su Twitter all’inizio di questa settimana, “Se Airbnb potesse lanciare qualcosa nel 2022, cosa sarebbe?”

Martedì, ha rivelato di aver ricevuto 4.000 suggerimenti, notando che il più popolare è che la sua azienda accetti pagamenti in criptovalute. Ha aggiunto: “Il nostro attuale volume di pagamenti=336 miliardi di dollari elaborati dal 2013”, notando:

I pagamenti criptati comprendono una varietà di idee di token.

Airbnb esplora i pagamenti in criptovaluta - l'amministratore delegato vede "una rivoluzione in corso nella criptovaluta"

Altri suggerimenti includono una chiara visualizzazione dei prezzi, un programma di fidelizzazione degli ospiti, tariffe di pulizia aggiornate, più soggiorni a lungo termine e sconti, un migliore servizio clienti, e “spazi commerciali (cucine, co-working)” Pur confermando specificamente che Airbnb sta esaminando gli spazi commerciali, il CEO ha notato:

Stiamo già lavorando sulla maggior parte, ora guarderemo in altri.

Airbnb gestisce un mercato online nel settore dei viaggi. Secondo il suo sito web, ci sono attualmente più di 5,6 milioni di annunci in tutto il mondo. Dal suo lancio nel 2007, Airbnb ha servito più di 1 miliardo di clienti e più di 4 milioni di host hanno elencato le loro proprietà sulla piattaforma.

Le attuali opzioni di pagamento che Airbnb offre nella maggior parte dei paesi sono Visa, Mastercard, Amex, JCB, e “carte di debito che possono essere elaborate come carte di credito” Sono accettati anche Apple Pay, Google Pay e Paypal. La criptovaluta non è attualmente un’opzione di pagamento su Airbnb.

A Chesky è stato chiesto nel novembre dello scorso anno se Airbnb sta considerando di accettare le criptovalute. Ha risposto:

Stiamo sicuramente esaminando la cosa. Assolutamente. Come la rivoluzione nei viaggi, c’è chiaramente una rivoluzione in corso nella criptovaluta.

Notando che “Il fondatore di Coinbase era un nostro primo dipendente”, Chesky ha rivelato, “Abbiamo seguito lo spazio per molto tempo”

Il dirigente ha ulteriormente opinato: “La chiave è quando le persone normali capiscono come la nuova tecnologia ha migliorato le loro vite, al di là dell’eccitazione iniziale. Sono davvero entusiasta di certe applicazioni che la gente normale potrebbe usare per vivere una vita quotidiana migliore”

Tag in questa storia

accettare bitcoin, accettare criptovaluta, airbnb, Airbnb bitcoin, Airbnb CEO, Airbnb crypto, Airbnb cryptocurrency, Bitcoin Revolution, crypto revolution, industria dei viaggi, case vacanze

Pensi che Airbnb accetterà presto le criptovalute? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto.

Airbnb esplora i pagamenti in criptovaluta - l'amministratore delegato vede "una rivoluzione in corso nella criptovaluta" 1

Kevin Helms

Studente di economia austriaca, Kevin ha scoperto Bitcoin nel 2011 e da allora è un evangelista. I suoi interessi riguardano la sicurezza di Bitcoin, i sistemi open-source, gli effetti di rete e l’intersezione tra economia e crittografia.

Kickstarting the Bitcoin Network: A Look at the Genesis Block and Source Code That Sparked a Financial Revolution

Bitcoin Will Be Legal Tender in 2 More Countries This Year, El Salvador's President Predicts

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, o una raccomandazione o approvazione di qualsiasi prodotto, servizio o società. Bitcoin.com non fornisce consigli di investimento, fiscali, legali o contabili. Né l’azienda né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causata o presunta causata da o in connessione con l’uso o l’affidamento a qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.