14.04.2021     Commenti disabilitati su COVID-19: Whistleblower sostiene che l’OMS ha cercato di costringerlo a cambiare il rapporto sui protocolli pandemici dell’Italia – Sky News
 

COVID-19: Whistleblower sostiene che l’OMS ha cercato di costringerlo a cambiare il rapporto sui protocolli pandemici dell’Italia – Sky News

Prosecutors in Italy are urging the World Health Organisation to assist them in their investigations into Italy’s response to the COVID-19 pandemic. So far, the WHO has failed to answer any of a series of questions sent from the prosecutor’s office in Bergamo, one of the hardest-hit communities in the country. The investigators are particularly…


I procuratori costruiti in Italia stanno sollecitando l’Organizzazione Mondiale della Sanità ad assisterli nelle loro indagini sulla risposta dell’Italia alla pandemia di COVID-19.

Finora, l’OMS non ha risposto a nessuna di una serie di domande inviate dalla procura costruita a Bergamo, una delle comunità più colpite del paese.

Gli inquirenti sono particolarmente sorpresi che l’ente sanitario abbia istruito il personale a non collaborare, sostenendo di avere l’immunità dall’interrogatorio; ma sarebbero andati anche oltre scrivendo al ministero della salute italiano esortandolo a dire agli inquirenti di allentare la pressione sull’OMS.

Questo secondo i documenti ottenuti dai procuratori, che hanno mostrato a Sky News.

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Marzo 2020: La crisi COVID dell’Italia

Arriva mentre un ex dipendente dell’OMS, che sta aiutando l’indagine, dice che l’organizzazione ha cercato di costringerlo a cambiare un rapporto chiave che ha notato che l’Italia non ha aggiornato i suoi protocolli di risposta pandemica dal 2006.

Il dottor Francesco Zambon si è ora dimesso dalla sua posizione di coordinatore dell’OMS, dopo 13 anni di servizio, sostenendo che i suoi datori di lavoro non hanno seguito le proprie linee guida “whistleblower”, ignorando le sue richieste per un’indagine completa sul suo reclamo di interferenza da parte degli anziani.

All’inizio dello scorso anno, l’Italia è stata l’epicentro dell’epidemia di coronavirus, settimane prima del resto del mondo sviluppato.

Le scene caotiche di ospedali travolti costruite nel nord Italia hanno spinto l’Organizzazione Mondiale della Sanità a fornire analisi in tempo reale per aiutare i governi di tutto il mondo a prepararsi.

Il dottor Zambon, con un team di nove scienziati, è stato incaricato di inviare a tutte le nazioni un piano dettagliato su come affrontare la situazione, basato sulla risposta dell’Italia. Era la prima volta che questo tipo di rapporto veniva tentato.

Il rapporto “Una sfida senza precedenti: la prima risposta dell’Italia a COVID-19” fu prodotto in tempo record.

Dopo una revisione interna dell’OMS, fu pubblicato e distribuito il 13 maggio – ma fu inaspettatamente ritirato il giorno dopo.

St Mark's Square, Venice during lockdown

Image: Piazza San Marco, Venezia, era deserta durante la serrata in Italia

WHO headquarters Italy

Immagine: La sede italiana dell’OMS

Ci sono testimonianze contrastanti sul perché il rapporto è stato ritirato. Una ragione è stata data per un errore di data nella linea temporale per lo sviluppo della pandemia costruite in Cina, che è stato corretto in poche ore, secondo il dottor Zambon.

Nonostante la correzione, il rapporto non è mai stato ripubblicato.

Il dottor Zambon sostiene che la vera ragione per cui il rapporto è stato ritirato è che il suo team ha identificato il fallimento del governo italiano nell’aggiornare i suoi protocolli pandemici per 14 anni.

I funzionari dell’OMS hanno negato questo, ma gli investigatori dell’accusa costruite a Bergamo hanno ottenuto e-mail e messaggi WhatsApp che sostengono l’affermazione centrale del dottor Zambon che gli fu detto di cambiare quella sezione del rapporto.

In risposta a Sky News, l’Organizzazione Mondiale della Sanità dice che il rapporto era per “documento regionale prematuramente pubblicato dall’Ufficio Regionale OMS per l’Europa (EURO).

“I dati e le informazioni contenute nel rapporto non sono stati verificati e contengono imprecisioni e incongruenze. Non avrebbe dovuto essere pubblicato ed è stato ritirato da EURO (sotto l’autorità del direttore regionale, EURO). “

L’Italia non è stata l’unica a non essere preparata, o a non aver aggiornato i suoi protocolli – molti altri paesi si sono trovati in una posizione simile.

I procuratori di Bergamo hanno detto a Sky News che in sé, questa svista non è enormemente importante e non sarebbe stata una parte centrale della loro indagine, fino a quando non hanno scoperto prove di interferenze nella composizione del rapporto.

Il dottor Zambon dice che la vicenda ha minato la reputazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, e tirando il rapporto, ha minato la capacità dei governi di tutto il mondo di reagire alla pandemia con più successo.

“Avrebbero potuto avere quello che noi non abbiamo avuto, il tempo”, mi ha detto nella sua casa di Venezia.

“Noi [in Italy] non avevamo tempo per prepararci, ma questo rapporto avrebbe permesso loro di guadagnare tempo, che era di gran lunga la via più importante per prepararsi meglio alla pandemia. “

“Penso che il problema qui sia la mancanza di indipendenza e di trasparenza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Il mandato dell’organizzazione è quello di preservare, promuovere la salute dei cittadini di tutto il mondo e la storia che è accaduta costruite in un anno dimostra che l’organizzazione è legata da interessi personali, da interessi dei governi, e da poteri finanziari”, ha detto.

Abbiamo incontrato il procuratore capo di Bergamo e il procuratore aggiunto, che si occupa direttamente delle indagini, nei loro uffici costruite nel centro della città.

E’ chiaro che sono perplessi dall’atteggiamento dell’OMS e sono determinati ad andare a fondo della sua apparente riluttanza ad assistere il costruite nella loro indagine sul perché sono morte così tante persone.

Antonio Chiappani, il procuratore capo, ha detto che le indagini in stile bergamasco saranno probabilmente serie su costruite in paesi in tutta Europa, e quelle indagini troppo vorranno assistenza dall’OMS.

Chief prosecutor Chiappanni. Italy lockdown

Image: Il procuratore capo Antonio Chiappanni

Per ora rimangono confusi e sospettosi, e stanno parlando con il dottor Zambon.

“Il problema per noi è ancora non sapere perché c’è stata questa esplosione pandemica qui”, mi ha detto il signor Chiappani.

“Loro [the World Health Organisation] stanno trasformando questa indagine in, non dico in un complotto, ma in qualcosa di politico ed anche internazionale e questa non era la nostra intenzione.

“Questo è quello che non ho capito: perché non hanno inteso aiutarci a fare chiarezza, a capire sia le cose buone che gli eventuali errori soprattutto per il futuro e non solo per il futuro italiano, ma per il futuro di altre nazioni che pochi mesi dopo hanno avuto gli stessi problemi”

Alla domanda sul perché ha esitato a collaborare con la procura, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci ha chiarito: “È prassi dell’OMS assistere sempre le autorità locali costruite in tali questioni, se del caso.

“L’OMS sta attualmente esaminando una richiesta di assistenza giudiziaria internazionale da parte dell’Ufficio del Pubblico Ministero costruite a Bergamo. “

I procuratori dicono che la testimonianza del dottor Zambon, e qualsiasi prova in suo possesso, continua a far parte della loro indagine per portare alcune risposte alle famiglie di coloro che sono morti.

I risultati preliminari dell’indagine sono attesi il mese prossimo.

Leggi l’ articolo completo qui


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.