05.03.2021     Commenti disabilitati su La ricerca in Italia del primo caso di COVID-19 riporta al 2019 – CGTN
 

La ricerca in Italia del primo caso di COVID-19 riporta al 2019 – CGTN

01:56 Researchers in Italy are encouraging more retrospective studies to trace the initial stages of the COVID-19 outbreak after a young boy was found to have the virus in December last year.The four-year-old presented to hospital with symptoms such as breathing difficulties and a rash at the end of November 2019. Doctors initially suspected measles…


01: 56

5d8d6e431af54c4b9424c98ff23de88a.jpg60417506537f6 - La ricerca in Italia del primo caso di COVID-19 riporta al 2019 - CGTN

I ricercatori in Italia stanno incoraggiando più studi retrospettivi per tracciare le fasi iniziali dell’epidemia di COVID-19 dopo che per bambino è stato trovato il virus nel dicembre dello scorso anno.

Il bambino di quattro anni si è presentato in ospedale con sintomi come difficoltà respiratorie e un’eruzione cutanea alla fine di novembre 2019. I medici inizialmente sospettavano il morbillo, ma il risultato era negativo.

Il suo campione era uno di una serie di casi irrisolti che sono stati poi ritestati per COVID-19 all’Università di Milano. Su 39 campioni studiati, il suo è risultato positivo.

0f25bfd4af264a1181677140e61bffc9.gif604175074addc - La ricerca in Italia del primo caso di COVID-19 riporta al 2019 - CGTN

Antonella Amendola, professore associato all’università, dice che sono risultati cruciali nella fase iniziale dell’infezione in Italia prima del primo caso clinico riportato il 21 febbraio. La professoressa Elisabetta Tanzi dice che né il ragazzo né la sua famiglia avevano viaggiato all’estero costruite nelle settimane precedenti, “quindi è stato un caso locale: è stato infettato nella regione Lombardia. “

I ricercatori dicono che la “diffusione a lungo termine e non riconosciuta della SARS-CoV-2 costruite nel nord Italia” aiuterebbe a spiegare l’impatto devastante e il rapido corso della prima ondata di COVID-19 costruite in Lombardia. Il loro studio supporta altre prove che il virus era in circolazione prima di quanto precedentemente pensato, con tracce di coronavirus trovate costruite nelle acque reflue del paese l’anno scorso.

01: 25

000b80dcb4a544d9a150c0f4af3245bc.jpg604175095a675 - La ricerca in Italia del primo caso di COVID-19 riporta al 2019 - CGTN

L’Istituto Nazionale di Sanità ha esaminato 40 campioni da impianti di depurazione nel nord Italia da ottobre dello scorso anno a febbraio di quest’anno. I risultati mostrano che COVID-19 è stato rilevato sia costruite a Milano che a Torino il 18 dicembre 2019.

Da allora è stato istituito un sistema di sorveglianza nazionale del sistema fognario del paese per aiutare a identificare nuovi focolai.

Gli scienziati stanno incoraggiando ulteriori indagini su quando e come è iniziata la crisi del coronavirus in Italia. “L’invito è questo, fare più ricerca retrospettiva perché è molto importante ripercorrere il percorso di trasmissione del virus”, dice Amendola.

Leggi il pezzo completo qui


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.