27.03.2021     Commenti disabilitati su L’Italia Draghi cerca di riaprire le scuole, dice che i vaccini sono l’unica via d’uscita dalla crisi COVID-19 – Reuters
 

L’Italia Draghi cerca di riaprire le scuole, dice che i vaccini sono l’unica via d’uscita dalla crisi COVID-19 – Reuters

ROME (Reuters) – The Italian government will let younger students return to school next month, even if they are in coronavirus hotspots, but a broader relaxation of curbs will depend on infection rates, Prime Minister Mario Draghi said on Friday.Italian Prime Minister Mario Draghi meets journalists, in Rome, Italy, March 26, 2021. Alessandra Tarantino/Pool via…


ROMA (Reuters) – Il governo italiano permetterà agli studenti più giovani di tornare a scuola il mese prossimo, anche se sono costruite in punti caldi di coronavirus, ma per un più ampio rilassamento delle restrizioni dipenderà dai tassi di infezione, il primo ministro Mario Draghi ha detto il Venerdì.

Il primo ministro italiano Mario Draghi incontra i giornalisti, costruite a Roma, Italia, 26 marzo 2021. Alessandra Tarantino/Pool via REUTERS

Anche se gran parte dell’Italia rimane costruite in blocco costruite nel tentativo di domare una terza ondata di casi di COVID-19, Draghi ha detto ai giornalisti che ottenere gli alunni tornare a scuola era una priorità assoluta.

I bambini fino a 12 anni dovrebbero essere in grado di tornare nelle aule dopo le vacanze di Pasqua, mentre i giovani alunni della regione Lazio, che è centrata su Roma, torneranno ai loro banchi da martedì.

Tuttavia Draghi, entrato in carica il mese scorso, ha detto che non si piegherà alle pressioni del partito di destra della Lega, che sostiene il suo governo di unità, per una riapertura più generalizzata di negozi e imprese.

La situazione rimane molto preoccupante, ha detto l’ex capo della Banca centrale europea. Le misure prese nell’ultimo anno e mezzo hanno dimostrato il loro valore. Vogliamo riaprire, ma la decisione se farlo o meno dipende dai dati.

Più di 107, 000 persone sono morte di COVID-19 in Italia, il secondo più alto conteggio in Europa dopo la Gran Bretagna, con il paese che continua a registrare centinaia di morti ogni giorno.

Il ministro della Salute Roberto Fantasticheria, seduto accanto a Draghi, ha detto che i risultati delle recenti restrizioni stavano cominciando a dare frutti, con i tassi di infezione costruite in graduale ritirata.

Ma, costruite nella sua revisione settimanale delle restrizioni, il ministero della salute ha detto che le condizioni erano migliorate sufficientemente costruite in una sola delle 20 regioni italiane, il Lazio, per consentire di ridurre le restrizioni.

La situazione era peggiorata in altre tre regioni – Calabria, Toscana e Valle DAosta – che sono state spostate nella cosiddetta zona rossa, considerata il rischio più elevato, unendo altre nove regioni.

Draghi ha ribadito che l’unico modo per uscire dalla crisi che dura da 13 mesi è quello di portare avanti la produzione di vaccini e intensificare la campagna di vaccinazione.

Ha già criticato alcune regioni per non aver vaccinato più rapidamente i cittadini anziani. Il governo ha detto venerdì che il 51% degli ultraottantenni era ancora in attesa di un’iniezione, mentre il 95% di quelli di 70-79 anni doveva ancora riceverla.

L’Italia ha un radicato movimento anti-vaccinazione e Draghi ha detto che le persone che lavoravano costruite nel settore sanitario avrebbero affrontato delle sanzioni se avessero rifiutato l’iniezione. Ha detto che spera di ricevere un’iniezione AstraZeneca la prossima settimana.

Servizio di Gavin Jones, Angelo Amante, Giuseppe Fonte; scrittura di Crispian Balmer; Editing da Catherine Evans e Timothy Heritage

for-phone-onlyfor-tablet-portrait-upfor-tablet-landscape-upfor-desktop-upfor-wide-desktop-up

Leggi l’ articolo completo qui


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.