16.05.2021     Commenti disabilitati su L’Italia sta riaprendo ai viaggiatori: ecco tutto quello che dovete sapere – AFAR Media
 

L’Italia sta riaprendo ai viaggiatori: ecco tutto quello che dovete sapere – AFAR Media

An Italy-based writer on what travelers need to know and whether Italy really is ready to relax its borders. share this article Italy is officially open to all leisure travelers, following a series of announcements that mark the beginning of the end of the pandemic-related shutdown in one of Europe’s most popular destinations. Foreign Affairs Minister…


Uno scrittore italiano su ciò che i viaggiatori devono sapere e se l’Italia è davvero pronta a rilassare i suoi confini.

share this article

flipboard

Italia è ufficialmente aperta a tutti i viaggiatori di piacere, a seguito di una serie di annunci che segnano l’inizio della fine della chiusura per pandemia in una delle destinazioni europee più popolari.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha inizialmente preso aFacebook l’8 maggio, dicendo che il turismo è una parte fondamentale del ritorno alla normalità dell’Italia, e aggiungendo che l’obiettivo del governo è quello di riaprire ai visitatori provenienti da paesi stranieri che hanno raggiunto un alto tasso di vaccinazione.

Il governo ha a lungo accennato ad allentare le restrizioni da metà maggio per gli europei e da giugno per alcuni visitatori a lungo raggio, compresi quelli provenienti dagli Stati Uniti. E anche se la mancanza di dettagli ha reso la maggior parte delle persone scettiche che sarebbe mai successo, il 14 maggio hanno annunciato che la quarantena sarà abolita per i viaggiatori che risultano negativi al test dal Regno Unito, Israele ed Europa.

E poi, la notizia bomba. A tarda notte, ora italiana, lo stesso giorno, hanno annunciato che i voli COVID di Delta e Alitalias da Fresh York e Atlanta a Roma e Milano, per i quali i passeggeri devono risultare negativi 48 ore prima dell’imbarco, poi di nuovo all’aeroporto e una terza volta all’arrivo, saranno aperti a tutti i passeggeri americani dal 16 maggio. Fino ad ora, sono stati per coloro che viaggiano solo per motivi essenziali.

Questo significa che qualsiasi cittadino americano può ora viaggiare in Italia, anche in vacanza, per la prima volta in oltre un anno, se prende uno di questi voli e risulta negativo al test due volte prima della partenza e poi all’arrivo. Costruito nel suo post su Facebook, Vittoria Maio aveva detto che stavano considerando questa opzione per giugno. La smania di battere l’apertura degli altri paesi europei ha chiaramente avuto la meglio.

Deltaha annunciato il 14 maggio che lancerà i voli testati COVID da New York (JFK) a Venezia il 2 luglio, più Atlanta a Venezia e Boston a Roma il 5 agosto, costruiti insieme al partner Alitalia.

Altre compagnie aeree non hanno ancora confermato se effettueranno voli simili, ma il governo italiano ha emesso un decreto nella tarda notte di venerdì dicendo che i voli saranno consentiti da Atlanta, Boston, Chicago, Dallas, Los Angeles, New York (JFK), Newark, Philadelphia e Washington, D. C. Essi devono arrivare a Roma (Fiumicino), Milano (Malpensa), Napoli o Venezia. Non ha specificato alcuna compagnia aerea per nome, quindi presumibilmente c’è spazio per altri a seguire l’esempio.

Qual è la situazione lì? È etico visitare in questo momento?

Tutti ricordano le notizie provenienti dall’Italia costruite nel marzo 2020: la gente muore a quello che, allora, sembrava un tasso sorprendente, i medici stessi soccombono a questa orribile malattia fresca. La pandemia ha colpito l’Italia dopo il Regno Unito, che detiene il triste record del maggior numero di morti in Europa.

E anche se nell’estate del 2020 sembrava che l’Italia avesse sconfitto il virus, i numeri dei casi rimasero bassi, anche se stavano aumentando bruscamente in tutta Europa, il paese sprofondò in una seconda ondata brutale quando arrivò l’inverno.

La maggior parte di noi costruite nel paese hanno trascorso la maggior parte del 2021 sotto qualche forma di blocco, di nuovo (le restrizioni attuali sono designate da regione). E anche se i tassi sono ora in calo, e la maggior parte delle regioni sono classificate come gialle, in fondo alla nostra mente abbiamo l’esempio della Sardegna, che è stata designata la prima regione bianca d’Italia con una trasmissione quasi nulla alla fine di febbraio; è schizzata al rosso in sole tre settimane.

L’articolo continua sotto la pubblicità

Tutto ciò detto, non troverete le cose troppo in sordina, se in quale modo. Il turismo rappresenta il 13% del PIL italiano, molto di più in città come Venezia, che sono state messe in ginocchio dalla pandemia. E la maggior parte della gente è felice all’idea di riavere dei visitatori.

Stiamo tutti aspettando che il governo ci dia carta bianca per vivere di nuovo la vita normale, e portare la nostra cultura in tavola, dice Massimiliano Bovo, che gestisce lo storico ristorante Gatto Nero con i suoi genitori.

Mi manca sentire Salve, avete un tavolo? Mi mancano i sorrisi della gente, sentire Grazie. Ho turisti che vengono da 20 anni e alcuni di loro sono diventati amici, non clienti. Mi manca sedermi con loro dopo il lavoro e bere qualcosa e ridere. Questa è la nostra vita.

Questo non vuol dire che le cose saranno facili, anche quando si apriranno le frontiere. Solo il 13. 4 per cento della popolazione è stato completamente vaccinato a partire dal 14 maggio, dopo lunghi ritardi all’inizio del programalthough cose sono ora raccogliendo tregua, con slot di vaccinazione per gli over-40s finalmente aprendo.

Ma il paese sta ancora combattendo il virus, con il numero di casi in lento calo e le restrizioni che si attenuano solo negli ultimi due mesi. Ci sono stati quasi 350, 000 nuovi casi nell’ultimo mese, secondo il John Hopkins Coronavirus Resource Center e quasi 9, 000 morti. Che è poco meno della metà di quello che è stato costruite nel picco, dicembre 2020, quando 18, 535 italiani hanno perso la vita. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti . S. State Department ha ancora un livello 4: Do Not Travel advisory per l’Italia costruite sul posto. L’incubo è lungi dall’essere finito.

Dopo quello che il paese ha passato, non siamo stati in grado di spostarci da una regione all’altra fino al mese scorso, ma c’è ancora molta paura per quello che i viaggi senza restrizioni potrebbero suscitare. E il sistema di codici colore significa che non c’è garanzia che se si prenota di visitare una zona gialla, sarà gialla quando si arriva lì, basta guardare la Sardegna.

Tuttavia, c’è un forte desiderio di veder tornare i turisti. E molti costruttori dell’industria turistica sono ottimisti sul futuro. Ci stiamo muovendo verso la sicurezza, dice Marco Bongiovanni, proprietario della Sardinias a conduzione familiare Baja Hotels Group sul paradiso costiero che è la Costa Smeralda.

Al ritmo di 500, 000 vaccinazioni al giorno, presto raggiungeremo la metà della popolazione. Stiamo riaprendo con cura bar, ristoranti, spiagge, musei e così via. Prima, non avrebbe avuto senso aprire le frontiere di un paese bloccato. Ma ora, permettere alle persone vaccinate che sono risultate negative è ragionevole. Quindi i turisti dovrebbero sentirsi benvenuti a visitare il Bel Paese.

Quali sono le regole sul campo?

Le maschere sono obbligatorie in ogni momento costruite in publice anche all’aperto tranne quando si mangia e si beve, o si fa esercizio fisico. Il trasporto pubblico è limitato al 50% della capacità, e i treni COVID-free, i cui passeggeri vengono sottoposti a test prima di salire a bordo, viaggiano ogni giorno tra Roma e Milano. Ci sono piani per introdurli sulle principali rotte turistiche più tardi costruite in estate. Anche la distanza sociale è obbligatoria. I ristoranti devono far sedere i tavoli ad almeno un metro (3. 2 piedi) di distanza. Maschere devono essere indossati costruite in tutte le aree pubbliche degli alberghi.

Theres un coprifuoco nazionale tra 10 p. m. e 5 per. m. al momento, anche se il suo dovrebbe essere rilassato a 11 p. m., o forse anche mezzanotte, in giugno. E, se in quale modo, portare layersonly pranzo all’aperto è consentito, anche costruite nelle zone gialle relativamente rilassato, almeno fino al 1 giugno.

Ho bisogno di una vaccinazione COVID?

L’articolo continua sotto la pubblicità

Non per i voli testati con COVID. Andando avanti, le regole devono ancora essere annunciate ufficialmente, ma Luigi Di Maio ha specificato costruite nel suo post su Facebook che i paesi a cui hanno intenzione di aprire completamente le frontiere sono quelli che hanno raggiunto un’alta percentuale di vaccinazione, il che implica che la vaccinazione sarà fondamentale con il passare del tempo.

Tuttavia, potrebbe non essere il caso che voi come individuo dovete essere vaccinati. È ragionevole supporre che i viaggiatori statunitensi, una volta permesso il costruite in, saranno soggetti alle stesse regole dei visitatori di altri paesi con alti tassi di vaccinazione. E il 14 maggio è stato annunciato che dal 16 maggio, i viaggiatori provenienti dal Regno Unito e da Israele, entrambi con alti tassi di vaccinazione, potranno entrare senza quarantena. La sentenza non è stata ancora pubblicata per intero, ma nell’annunciare il cambiamento delle regole, il governo non ha specificato le vaccinazioni obbligatorie.

Che ne dite di un test PCR negativo?

Sicuramente per i voli testati con COVID, e molto probabilmente per qualsiasi altro programma che si aprirà in futuro. Da qualche tempo, chiunque arrivi nel paese deve presentare un test negativo, fatto entro 48 o 72 ore dall’arrivo, a seconda della provenienza. Se, ancora una volta, usiamo il Regno Unito e Israele come punto basilare, è necessario fare il test entro 48 ore dal vostro arrivo in Italia.

Tuttavia, a differenza di molti altri paesi, l’Italia accetta anche i test antigenici, così come i test PCR, purché siano fatti tramite tampone e non tramite prelievo di sangue. È probabile che questa regola non cambi.

Devo fare la quarantena all’arrivo o alla partenza?

Fino al 16 maggio, chiunque entri in Italia deve fare la quarantena per un minimo di cinque giorni. Tuttavia, dopo questa data, la quarantena sarà rimossa per coloro che viaggiano dai paesi dell’Unione Europea, dal Regno Unito e da Israele con test COVID negativi. Come detto, la quarantena non è richiesta nemmeno per i voli con test COVID dagli Stati Uniti.

Quanto è effettivamente open costruite in Italia?

Tutto dipende dal colore della regione in cui si viaggia. Costruite nelle zone gialle, le cose sono relativamente normali, tutto è aperto, ma con delle regole. Così i musei e le gallerie funzionano al 50% della capacità delle Gallerie degli Uffizi a Firenze, per esempio. I biglietti per il fine settimana per musei e gallerie devono essere prenotati con almeno un giorno di anticipo. Teatri, cinema e spazi per eventi possono aprire al 50 per cento della capacità, e solo dai clienti di posti a sedere con almeno un metro (3. 3 piedi) spazio tra themwith per un massimo di 500 spettatori all’interno e 1, 000 fuori. I ristoranti possono offrire solo pasti all’aperto.

Nelle zone arancioni, i negozi sono aperti, anche se quelli costruite nei centri commerciali sono chiusi nei fine settimana e nei giorni festivi. Musei, gallerie e spazi per eventi sono chiusi; parrucchieri ed estetisti sono aperti. I locali devono rimanere nell’area comune (consiglio comunale) in cui vivono; non è ancora chiaro cosa sarebbe permesso fare ai turisti. I ristoranti possono fare solo asporto.

Nelle zone rosse, nulla è aperto se non i negozi essenziali, e bisogna avere un modulo di autocertificazione del governo per lasciare il posto in cui si soggiorna, anche se è solo per prendere la forma consentita di esercizio al giorno.

Quali compagnie aeree hanno voli per l’Italia in questo momento?

I voli COVID testati da Delta hanno attualmente un volo giornaliero dal JFK a Milano, tre volte a settimana dal JFK a Roma (giornaliero dal 1 luglio), e cinque volte a settimana da Atlanta a Roma, aumentando a una volta al giorno dal 26 maggio. JFK a Venezia inizia il 2 luglio, Atlanta a Venezia il 5 agosto e Boston a Roma il 5 agosto.

Alitalia attualmente effettua voli collaudati COVID da JFK a Roma. Non si sa ancora se altre compagnie aeree li abbineranno, o aspetteranno di vedere se i confini si aprono completamente sotto la politica dei vaccini prima.


Leggi il pezzo completo qui


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.