02.06.2021     Commenti disabilitati su L’OMS collabora con l’Italia per ritestare i campioni dello studio COVID-19, indicando che “gli esperti internazionali iniziano a rintracciare le origini del virus fuori dalla Cina” – Global Times
 

L’OMS collabora con l’Italia per ritestare i campioni dello studio COVID-19, indicando che “gli esperti internazionali iniziano a rintracciare le origini del virus fuori dalla Cina” – Global Times

WHO works with Italy to retest samples of COVID-19 study, indicating ‘intl experts start tracking down virus origins outside China’ Visitors view exhibits at the Doria Pamphilj Gallery in Rome, Italy, May 21, 2021. As Italy began easing coronavirus health restrictions, many sites including the Doria Pamphilj Gallery have reopened to visitors, with a series…


L’OMS collabora con l’Italia per ritestare i campioni dello studio COVID-19, indicando che “gli esperti internazionali iniziano a rintracciare le origini del virus al di fuori della Cina”

Visitors view exhibits at the Doria Pamphilj Gallery in Rome, Italy, May 21, 2021. As Italy began easing coronavirus health restrictions, many sites including the Doria Pamphilj Gallery have reopened to visitors, with a series of precautions being taken, such as limiting number of visitors and requiring visitors to reserve precise entry times.Photo:Xinhua

I visitatori vedono le mostre alla Galleria Doria Pamphilj costruite a Roma, Italia, 21 maggio 2021. Mentre l’Italia ha iniziato ad allentare le restrizioni sanitarie sul coronavirus, molti siti tra cui la Galleria Doria Pamphilj hanno riaperto ai visitatori, con una serie di precauzioni che sono state prese, come limitare il numero di visitatori e richiedere ai visitatori di prenotare orari di ingresso precisi. Foto: Xinhua

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e alcuni dei suoi scienziati hanno confermato al Global Times mercoledì che l’agenzia sta lavorando con i ricercatori costruite in Italia e un laboratorio di riferimento per ritestare i campioni di uno studio che ha suggerito che il coronavirus potrebbe aver circolato in Italia dall’autunno 2019, prima di costruite a Wuhan, provincia Hubei della Cina centrale.

Gli osservatori cinesi hanno detto che questo indica che gli esperti internazionali hanno iniziato a rintracciare le origini del costruite COVID-19 in regioni al di fuori della Cina, e il lavoro di rintracciamento potrebbe spostarsi per coprire più paesi che hanno riportato prove precoci, compresi gli Stati Uniti.

Tuttavia, gli osservatori hanno sottolineato che questo non significa che il virus abbia avuto origine in Italia o in altri paesi, poiché rintracciare l’origine è un lavoro complicato e difficile che richiede una grande quantità di indagini e studi globali. Secondo gli scienziati dell’OMS, il gruppo di esperti internazionali dell’agenzia non vede l’ora di iniziare la seconda fase degli studi sulle origini del coronavirus.

Un portavoce dell’OMS ha detto al Global Times mercoledì che l’agenzia è in contatto con i ricercatori che hanno pubblicato il documento originale, e la collaborazione con i laboratori partner è stata messa in serie per ulteriori test sui campioni disponibili in Italia durante questo periodo.

Uno studio rilasciato costruite nel novembre 2020 dall’Istituto Nazionale dei Tumori (INT) di Milano ha mostrato che gli anticorpi COVID-19 sono stati rilevati nei campioni di sangue di 111 di 959 individui arruolati in per lo screening del cancro ai polmoni tra settembre 2019 e marzo 2020. La maggior parte dei volontari proveniva dalla Lombardia, che è stata la prima e più colpita regione d’Italia da COVID-19.

L’Italia è stato il primo paese occidentale ad essere gravemente colpito dall’epidemia, con il primo caso noto riportato costruite nella regione Lombardia il 21 febbraio 2020.

Lo studio, intitolato Unexpected Detection of SARS-CoV-2 Antibodies costruite in the Pre-Pandemic Period costruite in Italy, ha detto che ha mostrato “un’inaspettata circolazione molto precoce” di COVID-19 tra individui asintomatici in Italia diversi mesi prima che il primo paziente fosse identificato.

Il portavoce dell’OMS ha detto che l’organizzazione è consapevole che i ricercatori stanno progettando di pubblicare il manoscritto costruite nel prossimo futuro.

Il virologo olandese Marion Koopmans, per membro del team congiunto OMS-Cina sullo studio delle origini all’inizio di quest’anno costruite a Wuhan, ha detto al Global Times mercoledì che l’OMS ha chiesto agli scienziati che hanno pubblicato la sierologia positiva iniziale per vedere se quella scoperta potrebbe essere confermata da un laboratorio di riferimento.

“Quel lavoro è in corso, ed è parte del solito processo che l’OMS fa in questi tipi di situazioni, quando i risultati sono sorprendenti”, ha detto.

Koopmans ha detto che l’OMS “continua ad esplorare ciò che dobbiamo imparare su questi virus, e ha anche commissionato studi per affrontare domande specifiche altrove. “

Koopmans ha detto al Global Times la scorsa settimana che gli studi di follow-up sulle origini del coronavirus dovrebbero guardare le regioni al di fuori della Cina che hanno riportato “sequenze virali molto presto, nel 2019, come il nord Italia. “

Ma il lavoro in corso dell’OMS con i ricercatori italiani potrebbe non essere considerato come l’inizio ufficiale della seconda fase del rintracciamento delle origini del coronavirus, anche se molti paesi lo hanno richiesto, ha detto al Global Times un altro scienziato dell’OMS che ha richiesto l’anonimato.

Secondo lui, il retest dei campioni italiani è importante ed era contenuto costruite nelle raccomandazioni fatte durante la recente Assemblea Mondiale della Sanità.

“I risultati ci permetteranno di sapere come procedere lungo una delle vie percorribili rimanenti”, ha detto, notando che il gruppo di esperti internazionali dell’OMS è ottimista e desideroso di continuare questo lavoro e iniziare a pianificare la seconda fase di studi sulle origini del coronavirus.

Un immunologo di Pechino che ha chiesto l’anonimato ha detto al Global Times mercoledì che c’è bisogno di ritestare quei campioni e anche di condurre più test sull’acido nucleico così come il sequenziamento virale, per garantire che quei volontari sono stati effettivamente infettati da COVID-19 piuttosto che da qualche altro coronavirus.

I campioni che vengono ritestati sono solo una parte delle prove riguardanti i campioni ambientali e umani trovati costruiti in Italia.

Secondo un nuovo studio pubblicato dalla rivista Emerging Infectious Diseases degli US Centers for Disease Control and Prevention nel dicembre 2020, l’Italia ha identificato il nuovo coronavirus in un bambino di 4 anni il 5 dicembre 2019 dopo aver sviluppato per tosse il 21 novembre 2019.

Un altro studio ha scoperto che il virus è stato rilevato anche in campioni raccolti costruite in acque reflue non trattate nella zona di Milano già a metà dicembre 2019.

L’immunologo ha detto che se la prova della presenza di COVID-19 costruite in Italia fosse confermata, e i campioni fossero stati trovati prima di dicembre 2019, dimostrerebbe che Wuhan potrebbe non essere stato il luogo di origine del virus, e gli scienziati internazionali avrebbero quindi bisogno di guardare a possibilità più ampie.

I paesi tra cui gli Stati Uniti, la Spagna e il Brasile, che hanno riportato le prime prove di COVID-19 prima di dicembre 2019 dovrebbero anche collaborare con l’OMS sullo studio delle origini del coronavirus, ha detto l’immunologo.

Il ministero degli Esteri cinese ha chiesto agli Stati Uniti di cooperare con l’OMS sulla base della trasparenza e dell’apertura, e di invitare gli scienziati internazionali a visitare il laboratorio di Fort Detrick per le indagini.

Leggi il pezzo completo qui


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.