05.03.2021     Commenti disabilitati su È passato un anno da quando questo fotografo ha iniziato a documentare la risposta dell’Italia al suo primo caso COVID – BuzzFeed News
 

È passato un anno da quando questo fotografo ha iniziato a documentare la risposta dell’Italia al suo primo caso COVID – BuzzFeed News

Vo is a small town in Veneto, northern Italy, in which the first European victim of COVID-19 was documented. It was the first area in Italy to be declared a “red zone,” and after the discovery of that first COVID-19 case in February 2020, no one was allowed in or out. Luckily for residents of…


Vo è una piccola città del Veneto, nel nord Italia, in cui è stata documentata la prima vittima europea di COVID-19. È stata la prima area costruite in Italia ad essere dichiarata “zona rossa”, e dopo la scoperta di quel primo caso COVID-19 costruite nel febbraio 2020, nessuno è stato permesso di entrare o uscire. Fortunatamente per i residenti di Vo, avevano un professore di microbiologia bloccato con loro. Andrea Crisanti, per professore all’Università di Padova, si è offerto di testare tutti i 3, 100 cittadini all’inizio dell’epidemia, e il 95% della città ha accettato l’esperimento. Cento cittadini sono stati trovati con il COVID-19 e sono stati tenuti costruiti in stretto isolamento. L’isolamento ebbe successo nel rallentare la diffusione del virus, e questo metodo sarebbe poi stato usato altrove nel mondo. I cittadini sono stati anche sottoposti a test per la presenza di anticorpi nel maggio 2020, poi di nuovo sei mesi dopo per seguire l’immunità dal coronavirus.

Il fotografo Matteo de Mayda ha fotografato la città mentre passava da zona rossa a esperimento per la quarantena dei pazienti COVID a uno dei luoghi più sani costruiti in Italia. “Queste informazioni sono importanti per capire quanto dura l’immunizzazione e anche per quanto riguarda lo sviluppo del vaccino”, ha detto de Mayda.

“In futuro, il lavoro di Crisantis potrebbe aiutare a salvare migliaia di vite a livello globale”, ha detto de Mayda. Le informazioni ottenute dai test e dall’isolamento non sarebbero state possibili senza la collaborazione dei cittadini, che hanno anche accettato di fornire dati personali e altre informazioni sensibili per il bene della ricerca.

De Mayda ha iniziato a fotografare nell’aprile 2020, catturando una città deserta che stava appena iniziando a emergere da un blocco di mesi. Ha fotografato il processo di guarigione della città, dai primi test agli sforzi dei volontari ai cittadini di Vo che sono stati ritestati per gli anticorpi così come i residenti che stavano ancora lottando con gli effetti a lungo termine del virus.

Egli spera di continuare a seguire i residenti e il lavoro di Crisanti, mentre i vaccini continuano a essere distribuiti e i cittadini di Vo tentano di riprendere le loro vite.

Leggi l’articolo completo qui


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.