Elizabeth Holmes processo Settimana 14 riepilogo: Una difesa del segreto commerciale e il “processo” di rottura romantica del fondatore di Theranos

  • La fondatrice di Theranos Elizabeth Holmes ha finito sette giorni di testimonianza questa settimana nel suo processo per frode.
  • Ha detto che non le era stato detto che il laboratorio poneva un “pericolo immediato” per i pazienti.
  • Ha ricordato di aver cercato di non “infiammare” Ramesh Balwani, che dice di essersi presentato alla sua chiesa dopo la loro separazione.

Caricamento di Qualcosa si sta caricando.

Problemi di laboratorio

Holmes ha testimoniato questa settimana che sapeva intorno a settembre 2015 che l’ispezione di Theranos da parte dei Centers for Medicare & Medicaid Services stava andando male. Ha detto che non ricorda di essere stata informata che il laboratorio poneva “pericolo immediato” per la salute dei pazienti, secondo The Verge.

Holmes ha detto di aver creduto che il laboratorio di Theranos fosse “eccellente”, e Ramesh “Sunny” Balwani, che è il suo ex fidanzato ed ex presidente e COO di Theranos, le aveva detto che era di classe mondiale. Ha detto che Theranos ha rivelato il suo uso di dispositivi di terze parti modificati al suo consiglio di amministrazione, la FDA e il CMS.

Holmes ha negato di aver agito per nascondere l’uso di Theranos di prelievi venosi ai potenziali investitori. Tuttavia, una e-mail inviata in preparazione per i potenziali investitori ha mostrato suo fratello, Christian, che ha lavorato nella gestione dei prodotti a Theranos, scrivendo: “Presupposti qui da EAH [Elizabeth Anne Holmes] che non dobbiamo fare prelievi venosi, e non possiamo dire loro che il loro ordine richiede venoso se lo fa.”

L’uso di Theranos di dispositivi di terze parti

Holmes ha testimoniato che sapeva che tra il 2010 e il 2014 Theranos aveva acquistato analizzatori di terze parti e li stava usando per i test; l’obiettivo era quello di utilizzare solo miniLab di Theranos esclusivamente anche se questo non era ancora successo dal 2014, ha detto.

Holmes ha detto che il test HIV che il precedente testimone e paziente Theranos Erin Tompkins ha preso, per il quale ha ricevuto un risultato falso positivo, aveva eseguito su un dispositivo commerciale, non un Theranos proprietario, secondo il Wall Street Journal.

Holmes ha ammesso di non aver mai detto al giornalista Roger Parloff, che ha scritto un articolo di Fortune glowing su Theranos, che la società stava utilizzando dispositivi di terze parti.

“Penso che avrei potuto gestire le comunicazioni in modo diverso,” ha detto. Holmes ha sottolineato diverse imprecisioni nel pezzo, tra cui la segnalazione che Theranos non ha utilizzato analizzatori di terze parti e che ha offerto più di 200 test senza la necessità di una siringa.

Segreti commerciali

I giurati hanno sentito la politica del segreto commerciale di Theranos, che Holmes ha spesso appoggiato su mentre testimoniava come logica per alcune delle sue azioni.

“Avevamo un’enorme quantità di invenzioni che stavano accadendo nei nostri laboratori”, ha detto Holmes. “Avevamo team di scienziati e ingegneri che stavano lavorando duramente per trovare nuove idee per i brevetti e segreti commerciali, e avevamo bisogno di capire come proteggerli.”

Holmes ha detto che non ha detto a Walgreens circa l’uso di Theranos di macchine di terze parti perché le modifiche apportate dalla società a tali macchine erano segreti commerciali, secondo la CNN. L’accusa le ha fatto riconoscere che, nonostante tali preoccupazioni di segreto commerciale, Theranos ha inviato i dispositivi a Walgreens per la revisione, confidando che l’azienda non li reingegnerizzasse.

Holmes ha cercato di non “infiammare” Balwani

L’accusa ha portato i testi di Holmes con Balwani, compreso il fatto che lei spesso sembrava ripetere i messaggi che lui inviava. Holmes ha detto di averlo fatto perché Balwani spesso si sfogava via sms e lei cercava di “non infiammarlo” ripetendo le cose che lui diceva per essere di supporto e mostrare che stava ascoltando, secondo la CNBC. Balwani ha assunto un ruolo più attivo nel laboratorio intorno al novembre 2014, quando l’ex direttore di laboratorio Adam Rosendorff ha lasciato Theranos. Holmes ha detto che Balwani era il consigliere più importante per lei come CEO e che dopo la loro rottura, che lei ha chiamato “un processo”, si sarebbe presentato alla sua chiesa e in un posto dove andava spesso a correre.

Holmes ha presentato ciò che Theranos potrebbe essere

“C’erano persone che erano investitori a lungo termine e volevo parlare di ciò che questa azienda potrebbe fare un anno da ora, cinque anni da ora, 10 anni da ora”, Holmes ha testimoniato, secondo NBC News.

I giurati hanno visto le diapositive preparate dal defunto dipendente di Theranos, Ian Gibbons, che Holmes ha detto aver influenzato la sua comprensione delle capacità di analisi di Theranos. Holmes ha riconosciuto, come i pubblici ministeri hanno chiesto, che la società aveva solo prototipi della sua serie 4.0 a quel punto e che la presentazione di Gibbons ha parlato di ciò che Theranos potrebbe un giorno raggiungere, non di ciò che poteva fare al momento.

Holmes ha riconosciuto di sapere che gli investitori hanno perso soldi, ma ha detto di non averli ingannati su Theranos.

Poco dopo, la difesa ha riposato il suo caso. Gli argomenti di chiusura iniziano giovedì.