Hot Wheels: Unleashed Recensione

Prezzo: £39.99

Sviluppatore: Milestone

Publisher: Milestone

Platforms: PC, PS5, Xbox Series X/S, PS4, Xbox One, Switch

Version Reviewed: PC

Sono innamorato di Hot: Wheels Unleashed, uno dei racer arcade più eccitanti, fantasiosi e divertenti che abbia mai giocato negli ultimi anni. Il gioco di Milestone raccoglie tutte le parti migliori di Trackmania, Burnout e Micro Machines, combinandole attentamente in un’esperienza che è meravigliosamente divertente. Ci sono alcune aree in cui potrebbe essere meglio, dove ha buone idee ma non le porta abbastanza avanti. Ma questo non impedisce a Hot Wheels unleashed di essere una grande vasca di plastica piena di gioia die-cast.

Hot Wheels: Unleashed Recensione 1

Non inizia nel migliore dei modi, però. Quando si lancia Hot Wheels: Unleashed, la prima cosa che si vede, prima ancora di essere arrivati al menu principale, è una loot box. Queste ‘Blind Box’ sono una parte fondamentale dell’esperienza che, una volta acquisite, vi ricompensano con auto casuali. Il gioco è generoso con queste scatole, e non sono l’unico modo per sbloccare le auto nel gioco. Tuttavia, presentare il gioco con una loot box come questa è sia di cattivo gusto che fuorviante, facendo apparire Hot Wheels: Unleashed appare più cinico di quanto sia in realtà.

Dopo questa introduzione sconcertante, si viene catapultati in una gara tutorial veloce che dovrebbe essere la prima cosa che si incontra, dando una corretta dimostrazione di ciò che Unleashed è. Scegliendo una delle tre auto di partenza, si viene lanciati sulla riconoscibile plastica arancione e blu di una pista Hot Wheels con altri 11 veicoli, per tre giri introduttivi intorno a un vasto circuito a serpentina costruito all’interno di uno Skate Park.

Hot Wheels: Unleashed Recensione 2

Quando avrai tagliato il traguardo, avrai già acquisito le basi. Le corse di Unleashed sono immediatamente accessibili e immediatamente divertenti. Anche la meno aerodinamica delle 68 auto disponibili è agile e scattante, mentre la corsa stessa non è tanto una questione di maneggevolezza precisa, quanto piuttosto di massimizzare la spinta in stile Burnout, che ti spinge lungo la pista come una meteora di zinco. Il boost si ricarica lentamente nel tempo, ma il processo può essere accelerato con le derapate in curva. Più a lungo vai alla deriva, più grande è la tua spinta, dandoti una migliore possibilità di sorpassare gli avversari.

Il semplice modello di corsa è reso abbastanza complesso dalle sfumature di ogni auto e pista. Tutti i veicoli hanno una diversa maneggevolezza e capacità di spinta. Le auto più veloci e più orientate alla corsa tendono ad avere piccoli boost, mentre le auto più innovative hanno boost più grandi per compensare la loro velocità più lenta e la loro maneggevolezza più sciolta. Quindi, se siete il tipo di corridore che tende ad andare a sbattere contro le barriere, saltare in un camion della spazzatura con propulsione a razzo potrebbe essere a vostro vantaggio.

Hot Wheels: Unleashed Recensione 3

Nel frattempo, le piste hanno varie caratteristiche che possono sia aiutare che ostacolare la tua corsa, che vanno dalle corsie di velocità in pista e dai caricatori di spinta a ragni giganti che possono intrappolare il tuo veicolo in una rete appiccicosa. La gravità è spesso una considerazione importante. La maggior parte dei loop richiede una spinta per passare in sicurezza, mentre in alcune aree le barriere cadono, il che significa che una derapata anomala può farti precipitare fuori pista.

Tutto questo è presentato meravigliosamente, anche. I vostri veicoli sono in scala, con le gare che si svolgono in vari ambienti come all’interno di un seminterrato o un grattacielo in costruzione. Piuttosto che le vostre auto si sentono piccole e minuscole, tuttavia, è tutto ciò che vi circonda che sembra incredibilmente enorme, con materiali altamente dettagliati che rendono l’ambiente circostante davvero solido e pesante. Guidare sotto un tavolo da biliardo o una cassettiera è come correre attraverso un tunnel scavato in una montagna gigante. Anche le auto sono meticolosamente texturizzate per replicare il caratteristico look die-cast, mentre il roster dei veicoli copre la gamma della storia di Hot Wheels, con le classiche chevy e le auto di Formula 1 sedute accanto a veicoli strani come il Motosauro a tema dinosauro e il Tricera-truck.

Hot Wheels: Unleashed Recensione 4

Il singleplayer di Unleashed è leggermente insolito. Intitolato “Big City Rumble”, ti vede esplorare una mappa della città dall’alto muovendoti tra diversi “nodi”. Ogni nodo è una gara, una sfida a tempo, una ricompensa per l’esplorazione o un segreto che richiede di completare una certa gara con un certo veicolo prima che si sblocchi. Il completamento di una gara ti premia con monete che puoi usare per comprare nuove auto, o “ingranaggi” che possono essere utilizzati per aggiornare i veicoli che già possiedi. Anche se non è particolarmente profondo, il layout della città è un modo pulito per dare un po’ di senso alla vostra progressione. Percorrere una strada laterale che sai che probabilmente ci sarà una nuova auto alla fine è divertente, soprattutto perché i veicoli eclettici di Hot Wheels sono così divertenti da collezionare

Mentre tutte le gare sono divertenti, i punti salienti di Big City Rumble sono le gare “Boss”. Ce ne sono cinque, ognuna delle quali è due o tre volte più lunga di una tipica gara di Unleashed, e piena di espedienti e pericoli unici che creano uno spettacolo fantastico, che si tratti di pozze di acido di uno scorpione velenoso che prosciuga il tuo misuratore di spinta, o di file di nastri trasportatori che alternano l’accelerazione e il rallentamento della tua auto. Sono tonnellate di divertimento, e abbastanza impegnative da tenerti concentrato senza essere frustranti.

Hot Wheels: Unleashed Recensione 5

Mi piace Hot Wheels: Unleashed molto. Tuttavia, mentre il design è abbastanza stretto che le ruote non cadono mai, c’è un dado allentato qua e là. Uno dei problemi più grandi è che, anche se c’è una grande varietà di piste, ci sono solo cinque “arene” in cui appaiono quelle tracce, il che fa sentire Unleashed più ripetitivo di quanto sia in realtà. Inoltre, vorrei che ci fosse una più ampia varietà di pericoli in pista. I ragni spara-ragnatele sono brillanti, e speravo che le piste si evolvessero con ostacoli sempre più complessi ed eccentrici. Lo fanno un po’, ma non abbastanza, e mi sembra un’occasione mancata.

Anche il multiplayer è un po’ anemico per quanto riguarda le caratteristiche. Il problema più grande è che non ci sono piloti AI in multiplayer, il che significa che le gare possono sembrare piuttosto spartane a meno che non si abbia un intero gruppo di giocatori. Non ci sono anche servizi pubblici, e nessuna opzione o filtro per il matchmaking. Queste sono caratteristiche abbastanza basilari per un gioco di corse moderno, e potrebbe far male a Unleashed nel lungo periodo farne a meno.

Hot Wheels: Unleashed Recensione 6

Detto questo Unleashed sembra cercare la sua longevità non tanto nel multiplayer, ma nel suo editor di piste, che permette di costruire le proprie piste e importare quelle di altri giocatori. Francamente, ci ho armeggiato solo un po’, dato che la mia attenzione era rivolta al contenuto che il gioco ha in dotazione. Ma è divertente giocarci, e i giocatori più creativi si divertiranno senza dubbio a costruire i loro circuiti virtuali Hot Wheels.

Track editor o no, Hot Wheels: Unleashed è ancora un grande piccolo corridore, facilmente la migliore esperienza arcade che ho avuto dai tempi di Forza Horizon 4. Non è proprio allo stesso livello del capolavoro di Playground, mancando la portata e la profondità opzionale di quel gioco. Ma qui c’è più che abbastanza per soddisfare i fan di Hot Wheels, così come gli amanti di Trackmania, Burnout, o Micro Machines. Non male per un gioco di corse su macchinine.