Il rapporto del think tank britannico sulla sicurezza avverte che gli NFT potrebbero rafforzare gli schemi di riciclaggio di denaro

British Security Think Tank's Report Warns NFTs Could Bolster Money Laundering Schemes

Il Royal United Services Institute (RUSI), il think tank britannico per la difesa e la sicurezza, si chiede se i beni non fungibili (NFT) possano essere usati per il riciclaggio di denaro. Il rapporto determina che al fine di mitigare i rischi di riciclaggio di denaro un sistema di monitoraggio ‘conosci il tuo cliente’ “deve essere implementato.”

RUSI: “La tecnologia NFT può far scattare l’allarme dal punto di vista del riciclaggio di denaro e del crimine finanziario”

Il Royal United Services Institute for Defence and Security Studies, altrimenti noto come RUSI, è stato fondato nel 1831 ed è il più antico think tank di difesa e sicurezza del mondo. Il 2 dicembre, il RUSI ha pubblicato un rapporto che copre il tema dei beni non fungibili (NFT) e i ricercatori del RUSI si chiedono se gli NFT possono contribuire a schemi di riciclaggio di denaro.

“Questa tecnologia può sollevare campanelli d’allarme dal punto di vista del riciclaggio di denaro e del crimine finanziario”, avverte la RUSI. “Per cominciare, gli NFT sono più spesso acquistati con criptovalute sui mercati online. Le criptovalute sono abitualmente sfruttate per mezzi malevoli, come l’offuscamento della fonte dei proventi criminali e, nonostante le transazioni siano tracciabili, gli attori criminali più sofisticati usano una varietà di tecniche per disturbare le indagini delle forze dell’ordine”

Il rapporto della RUSI chiamato “NFTs: A New Frontier for Money Laundering?” afferma inoltre:

Un sistema di politiche “conosci il tuo cliente” e un monitoraggio continuo, simile a quelli usati nel mercato dell’arte tradizionale e negli scambi di criptovalute conformi, deve essere implementato.

Il riciclaggio di denaro considerato normale nel mercato dell’arte tradizionale – i ricercatori della RUSI dicono che un “furto d’arte è possibile anche nel regno del NFT”

Il riciclaggio di denaro nella scena artistica tradizionale è stato un dibattito continuo per decenni. Il giornalista investigativo del New York Times Graham Bowley ha spiegato il 19 giugno che i politici statunitensi vogliono indagare sul mercato segreto dell’arte. “La segretezza è stata a lungo parte della mistica del mercato dell’arte, ma ora i legislatori dicono di temere che favorisca gli abusi e debba essere affrontata”, ha scritto Bowley.

I ricercatori del RUSI sottolineano che gli attori criminali possono anche infiltrarsi nei mercati NFT e sfruttare “nuovi rischi” “Un furto d’arte è anche possibile all’interno del regno NFT”, aggiunge il rapporto RUSI. “Gli attori criminali possono introdursi negli account degli utenti sui mercati NFT e trasferire gli NFT sui propri conti. Dopo aver trasferito gli NFT, l’hacker può rapidamente vendere i token rubati e tentare di riciclare i proventi”

Mentre i ricercatori della RUSI credono che il riciclaggio di denaro nel mondo dell’arte e del collezionismo NFT possa essere scoraggiato, il rapporto sottolinea anche che “la falsificazione e il furto di NFT possono anche essere mitigati” RUSI suggerisce che i mercati NFT usino soluzioni di autenticazione a due fattori (2FA) e mantengano una “buona sicurezza informatica” Inoltre, la RUSI suggerisce di sviluppare un registro di NFT rubati che “imiterebbe il registro delle perdite d’arte”.

Tag in questa storia

2FA, Art Loss Register, collezionismo, Compliance, Cyber Security, crimine finanziario, KYC, legislatori, riciclaggio di denaro, NFT art, NFT register, NFT technology, NFT world, NFTs, Regulations, Regulators, report, Researchers, RUSI, RUSI report, RUSI research, secrecy, think tank, traditional art market, traditional art scene

Cosa pensi del rapporto RUSI su NFT e rischi di riciclaggio di denaro? Fateci sapere cosa ne pensate di questo argomento nella sezione commenti qui sotto.

Ethereum Might Dethrone Bitcoin as Best Crypto Store of Value, Study Argues

FBI Seizes Bitcoin Worth More Than .2 Million From Ransomware Affiliate

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons