L’autorità europea di regolamentazione dei titoli chiede un contributo sulla DLT per i titoli tokenizzati

Home ” Business ” L’autorità europea di regolamentazione dei titoli chiede un contributo sulla DLT per i titoli tokenizzati

L’autorità europea di vigilanza sui titoli sta cercando input pubblici per sapere se c’è bisogno di modificare i suoi regolamenti per accogliere l’uso della tecnologia di gestione distribuita (DLT) per la negoziazione e il regolamento dei titoli.

Nella sua richiesta di prove, l’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ha invitato le parti interessate in tutta Europa per un contributo sulle sue norme tecniche di regolamentazione (RTS). Questo è in preparazione per l’inizio del suo pilota DLT, che se approvato quest’anno, prenderà il via all’inizio del 2023.

📢 #ESMA invita le parti interessate a inviare input sull’uso della tecnologia distributed ledger #DLT per:
🔹 #trading e settlement
🔹 la necessità di modificare le norme tecniche di regolamentazione sui requisiti di reporting e trasparenza

⏰ 4 marzo

🔗 https://t.co/uzxFmabzAv pic.twitter.com/ov3K6Vf39I

– ESMA – EU Securities Markets Regulator 🇪🇺 (@ESMAComms) 4 gennaio 2022

Il DLT RTS sarà il primo regolamento mirato all’uso della tecnologia nell’emissione, negoziazione e regolamento di obbligazioni, azioni e fondi comuni in Europa. La regione sta già lavorando sulla legislazione MiCA (Markets in Crypto Assets), ma questa copre le valute digitali e gli stablecoin, lasciando la tecnologia sottostante per lo più non regolamentata.

Se le leggi DLT saranno approvate, il che è previsto per marzo 2022, permetteranno alle entità dell’UE di emettere azioni, ETF e obbligazioni in un programma di sandbox all’inizio prima del più ampio rollout. Le azioni e gli ETF saranno limitati a 565 milioni di dollari, le obbligazioni avranno un limite di 1,1 miliardi di dollari, e le obbligazioni societarie saranno limitate a 225 milioni di dollari. Il limite complessivo per qualsiasi infrastruttura del mercato finanziario sarà limitato a 10,2 miliardi di dollari.

I regolamenti proposti dall’ESMA copriranno aree come la trasparenza azionaria e non azionaria, la fornitura di dati e il doppio limite di volume, e i requisiti di segnalazione dei dati. Includerà anche i modi in cui gli utenti DLT forniranno alle autorità di regolamentazione l’accesso alle informazioni sulle transazioni, i dati di trasparenza e i dati di riferimento degli strumenti finanziari.

“L’obiettivo è quello di garantire una gestione più efficiente, sicura e conveniente dei dati memorizzati sulle DLT, preservando la loro qualità, usabilità e comparabilità”, l’ESMA ha riassunto la proposta.

Le parti interessate hanno tempo fino al 4 marzo di quest’anno per presentare il loro feedback.

Guarda: Presentazione di CoinGeek New York, Integrare le applicazioni aziendali con BSV Blockchain: La prima adozione su larga scala in Europa

Nuovo a Bitcoin? Dai un’occhiata alla sezione di CoinGeek Bitcoin per principianti, l’ultima guida alle risorse per saperne di più su Bitcoin – come originariamente previsto da Satoshi Nakamoto – e sulla blockchain.