02.03.2021     Commenti disabilitati su Il giocatore professionista di basket che è diventato un top model
 

Il giocatore professionista di basket che è diventato un top model

Neus Bermejo (Barcellona, 1995) non aveva mai pensato di fare la modella, ma il destino…


Neus Bermejo sfila per Andrés Sardá alla MBFWMadrid /R.C.

Neus Bermejo (Barcellona, 1995) non aveva mai pensato di fare la modella, ma il destino aveva altri piani. Era la prima volta che viaggiava in treno per andare a una partita di basket a Mataró. Suo padre, che la portava sempre in macchina, aveva una gomma a terra. Ma ogni nuvola ha un rivestimento d’argento. Durante il tragitto, uno stilista che viaggiava nella stessa carrozza le si avvicinò e, dopo essere rimasto perplesso perché l’allora quindicenne non era alla moda, le propose un servizio fotografico che fu l’inizio di una carriera cesellata dalla tenacia e nella quale si distingue per la sua professionalità.

La giovane catalana ha combinato il primo anno di scuola, il lavoro come modello e la sua passione per il basket, indossando la maglia della squadra nazionale spagnola. Mesi dopo è stata coinvolta in un incrocio, la cui fine rimpiange ancora un po’. È stata selezionata per la prima Coppa del Mondo in cui ha dovuto giocare a causa della sua età, ma per sfortuna ha coinciso con la sua prima offerta di andare in passerella. Era la settimana della moda di Londra. “Non sarebbe successo nulla se avessi giocato la Coppa del Mondo e poi avessi lasciato il basket per dedicarmi alla moda”, dice con una certa rassegnazione.

Londra è stata un trampolino di lancio verso le passerelle di Milano e Parigi, dove è ancora un’habitué. Le sfilate di Giorgio Armani e Jean Paul Gaultier sono quelle che ricorda con più affetto perché sono state le prime importanti. Ha debuttato con Gaultier all’età di 16 anni nella settimana dell’Haute Couture di Parigi e, da allora, il couturier ha sempre contato su di lei. Bermejo era la modella che l’anno scorso ha indossato il suo controverso abito da sposa trasparente a forma di cono.

Prima di diventare maggiorenne si era già stabilita a New York, dove ha trascorso un lungo periodo di tempo. Poco prima della sua reclusione è tornata in Spagna, dove, appena due settimane fa, ha vinto il premio come migliore modella alla 72esima edizione della Mercedes-Benz Fashion Week Madrid, una passerella che non ha più lasciato da quando è diventata maggiorenne. “È stato un onore ricevere il premio, ero molto emozionato. La prima cosa che ho fatto è stata chiamare mia madre e piangere come una femminuccia”. Spera che questo riconoscimento lo aiuti a lavorare di più in Spagna, dove vuole passare più tempo.

A 24 anni e con una laurea in Belle Arti, ha una spina nel fianco? “Non sono mai stata su ‘Vogue Spagna’. Mi piacerebbe, sarebbe un onore per me come spagnolo”. Sarebbe anche un sogno “camminare in passerella per Balmain”. Fanno parate molto ‘top’. Con molta energia.


Victor
L'autore: Victor

Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.

Victor
Ciao, mi chiamo Victor. Sono giornalista da circa 8 anni. Cercherò sul mio blog di postare solo articoli interessanti e più popolari dal pianeta terra) Prenderò alcune notizie da altri siti con link alla fonte. Se non volete che l'articolo sia sul sito - scrivetemi.