Money Heist Recap: È già perso

Furto di soldi

La teoria dell’eleganza

Stagione 5 Episodio 8

Valutazione dell’editore 2 stelle

Money Heist Recap: È già perso

Furto di soldi

La teoria dell’eleganza

Stagione 5 Episodio 8

Valutazione dell’editore 2 stelle

Foto: Netflix

Mentre i flashback dello scorso episodio ci hanno riportato al momento più significativo della vita amorosa di Palermo, questo si apre con un momento cruciale in quella di Berlin: Tatiana che lo scarica. Lui suppone che sia perché non riesce a gestire la sua diagnosi terminale, ma è che lei si annoia. Prima parlava di rubare la riserva d’oro spagnola, ma ora sono come ogni altra noiosa coppia sposata. Lui chiede se c’è qualcun altro; la risposta di lei – “Non rendere le cose più difficili” – lo conferma. Così lui segue il suo taxi fino a un hotel, dove lei viene accolta sul marciapiede da Rafael, lo stupido ragazzino salsicciotto di Berlino. Quando lei sale in camera, lui fa un’imboscata a Rafael nel bar e gli spiega la sua teoria sull’eleganza: Quando vedi un uomo elegante, sai che sua moglie deve essere abbastanza attraente da scopare, quindi è ovvio che Rafael abbia pensato questo di Berlin, l’immagine stessa dell’eleganza! Berlin pensa solo che Rafael dovrebbe sedurre le donne da solo piuttosto che inseguirne una pre-educata da suo padre. Quando Berlin viene a sapere che Tatiana e Rafael vanno a letto insieme solo da poche settimane, sospira che quello che aveva con lei non doveva essere così forte, se poteva essere scosso da “un amante fugace” – una caratterizzazione che fa infuriare Rafael, che insiste che sono propriamente innamorati. E quando Tatiana appare con le sue valigie, Berlin le fa solo brevemente un dispetto, menzionando la pensione da vedova e la grassa eredità che avrebbe ricevuto se fosse rimasta con lui. “Ci siamo divertiti così tanto”, le dice. “Ti auguro il meglio” Tocca anche teneramente la fronte di Rafael. Quindi tutto è perdonato? Beh, no. Dopo averli visti salire su un altro taxi, Berlin si scatena e distrugge il bar dell’hotel.

Tokyo racconta che l’arresto per vandalismo di Berlin è stata l’unica volta che è andato in prigione (e che le autorità hanno aggiunto qualche mese quando si è scoperto che le sue impronte digitali erano state trovate in precedenti rapine). “Ha lasciato che lo prendessero”, dice dall’aldilà. Questa è la parte su cui si blocca anche The Professor, quando va a prendere il fratello dopo il suo rilascio. Berlin non sapeva proprio come altro reagire alla perdita del figlio, e così presto dopo che Berlin aveva deciso di riconoscerlo. Un fallimento del genere definisce un uomo, e ora è determinato a spremere ogni goccia della vita che gli resta: Ecco perché aiuterà il Professore a rapinare la Zecca Reale spagnola! So che è difficile ricordare quella rapina quando sembra di essere nella Banca di Spagna da circa 500 anni…

… a proposito, ecco come sta andando. Palermo getta l’ultima manciata di grana d’oro nell’imbuto. C’è una breve preoccupazione che finiscano l’acqua prima che possa passare tutto alla fonderia… ma poi succede. (Non è l’unico momento dell’episodio che sembra un riempitivo, onestamente! Abbiamo già visto persone in attesa tesa su entrambi i lati del tubo nello scorso episodio! Avete già allungato il tutto per dieci episodi più di quanto tutti ci aspettassimo! ANDATE AVANTI!) Solo una volta che tutto è finito, un nerd tecnico nella tenda che monitora l’audio riferisce di aver sentito un forte suono di aspirazione, come lo sciacquone del bagno più grande del mondo. Un ingegnere chiamato da Tamayo ipotizza che l’equipaggio abbia svuotato il caveau e indovina correttamente come. Inoltre ipotizza che probabilmente stanno usando una pompa molto più potente di quella della banca per spostare la sabbia a valle, così Tamayo ordina di perquisire tutti i luoghi a valle. I poliziotti non trovano nulla ovunque prima di colpire il serbatoio delle acque piovane di Santa Justa alla fine della linea…

… e tagliamo tra Suárez e la sua squadra – “Deve essere qui! Ce l’abbiamo fatta questa volta!” – e il lavoro che si avvolge all’interno della fonderia. Marseille è il primo a vedere il filmato delle macchine che si avvicinano e grida a tutti di prendere le armi per l’assedio. Ma il Professore annulla l’ordine; non vuole provocare un massacro quando “è già perso”

Everyone surrenders. Ma quando Marsiglia, Il Professore, Benjamín e Sierra (la Victoria le è stata portata via) vengono caricati nello stesso vagone, con le mani legate dietro la schiena, Il Professore nota che sono seduti lì da un po’, e non è strano che si sentano le sirene ma nessun altro rumore; i poliziotti non stanno nemmeno parlando tra loro o alla radio? (Potrebbe anche notare che quattro sospetti di così alto valore normalmente non sarebbero detenuti insieme?) Bene, allora vediamo Suárez che comunica via radio a Tamayo che Santa Justa è pulita, e scopriamo perché Palermo era così sicuro che i poliziotti non si sarebbero limitati ad appostarsi dove l’oro è uscito e li avrebbero pizzicati lì, perché in realtà hanno spostato l’oro a monte. Non sono a valle di Santa Justa, sono a monte di Los Migueles.

E dopo che Marsiglia e il Professore si sono fatti strada dal retro del vagone attraverso la cabina, vedono che non c’è nemmeno un’altra macchina della polizia – solo luci e sirene che creano l’illusione, Victoria abbandonata, e NESSUN ORO. Taglio sul convoglio di veicoli che si allontana dalla scena, occupato da un gruppo di persone che non conosciamo, e finalmente due che conosciamo…

… i maledetti Tatiana e Rafael! Edipo chi?!

– Matías porta a termine il suo piano e (esilarante) spara il suo colpo con una Lisbon divertita; chiederle se preferisce un costume da bagno intero o a due pezzi non si rivela, infatti, la battuta da rimorchio che sperava. Più tardi, tra i festeggiamenti generali mentre la banda nella banca aspetta le istruzioni del Professore, esprime il desiderio di ottenere il nome della sua città; se vengono arrestati e un notiziario menziona “Palermo, Rio, Manila, Bogotà e Matías Caño”, lui “sembrerà un fottuto stagista” Nessun altro pensa che il nome da lui scelto, Pamplona, sia così sexy – è ovvio, è ingombrante da pronunciare, ed è in Spagna – ma a quanto pare lui ci ha messo il cuore, così è nato Pamplona.

– Arteche continua a farsi strada furtivamente tra i condotti – compreso il cavo nel pozzo del montavivande; mettendoci una pietra sopra per ora – finendo di nuovo in cucina, dove trova uno dei kit di pronto soccorso del commando e finalmente tira fuori il grande e frastagliato pezzo di metallo che le esce dal fianco prima di ricucirsi. Poi torna al lavoro. Comunica per radio ad Ángel che sta tornando fuori per disinnescare l’ultimo esplosivo al piano principale.

– Denver saggiamente ignora il consiglio di Bogotà e confessa a Stoccolma sia di aver baciato Manila che di essere “confuso” sulla sua relazione con Stoccolma. In Indonesia, si sentiva come se tutto quello che voleva fosse sbagliato, e riallacciare i rapporti con Manila, con la quale ha più cose in comune, gli ha fatto capire che non è così. Invece di dirgli che Manila non è interessata a lui, Stockholm chiede di discuterne dopo aver fatto un pisolino. Non sappiamo se ha preso uno degli antipsicotici che il chirurgo le ha dato l’ultima volta, ma sembra di no perché il rumore nel pozzo del montavivande la sveglia… e poi comincia a sentire Tokyo che chiama il suo nome. Quando guarda nel pozzo e vede una testa ma non una faccia – noi sappiamo che è Arteche, ma lei no – perde la testa e comincia a sparare all’impazzata, quasi colpendo Denver quando lui corre dentro. Lei implora Denver di lasciarla uscire in modo da poter cercare cure mediche, ma lui dice che non può e poi trova una soluzione molto vittoriana: affrontare la malattia mentale di sua moglie chiudendola in una stanza del locale! In un cenno all’inizio della loro relazione, lui sceglie di trasferirli entrambi nel caveau, e si sfogano. Berlin aveva paura di mostrarle la sua rabbia per non confermare gli avvertimenti di suo padre che lei era troppo buona per lui, e Stockholm aveva paura di chiedergli cosa stesse effettivamente facendo quando andava in città a “comprare legna” per non fargli ammettere che si annoiava con lei. Quello che lei vorrebbe davvero vedere è la danza arrabbiata del club che lui faceva senza di lei, ma lui vorrebbe davvero vederla ballare per lui. Lei non è esattamente nelle condizioni di farlo, coperta di sangue e cenere e con una tuta sporca, ma lui le porta… uno smoking? Non so se dobbiamo pensare che l’abbia trovato nell’ufficio del governatore, ma questa cosa è impeccabilmente fatta su misura per il corpo di Esther Acebo. (Parliamo della tua teoria dell’eleganza.) E poi… Stoccolma si spoglia con gioia per Denver? Ed è qui che li lasciamo?! Tutto ciò che era necessario per curare la PSICOSIS di Stoccolma, che include le HALLUCINAZIONI VISIVE E AUDITORIALI, era per lei ricevere l’attenzione sessuale di un uomo? E’ un momento di attenzione maschile orribilmente immeritato, e sarebbe stato un episodio da tre stelle (scusate, ma chiunque abbia visto Il Silenzio degli Innocenti poteva prevedere lo scambio poliziotto-raid) se non fosse stato per questa stronzata.

Money Heist Recap: È già perso