Qualcun altro soffre di stanchezza da gioco nuovo?

Iniziare un nuovo salvataggio è divertente… ma a quale costo?

E’ stato un anno estenuante. Guardo ai videogiochi come un modo per rilassarmi e distendermi, e anche se il mio arretrato sta diventando sempre più grande, non riesco a iniziare nessun nuovo gioco – invece, mi sono attenuto ai miei cinque giochi preferiti che conosco come il palmo della mia mano. Perché?

Per dirla francamente, sono stato molto depresso, e imparare un nuovo gioco è faticoso. Devi imparare tutta una nuova serie di meccaniche, e sapere cosa vuole un gioco da te per cose apparentemente semplici come progredire nel mondo con la navigazione. Non so dirvi quante volte di recente ho girato in tondo perché non riuscivo a trovare il percorso per una nuova area o mi sono imbattuto in un salto platform particolarmente difficile che non riuscivo a fare, e ho semplicemente rinunciato del tutto. Chiamo questa frustrazione “stanchezza da gioco nuovo”, e se non era già una cosa, ora lo è.

Ok, sto facendo un po’ il bambino. Se fossi davvero così bloccato, potrei cercare un playthrough e andarmene per la mia strada. Ma il problema è che mi sento come Ben Affleck in quel meme in cui tiene la sigaretta. Sapete quello. Non voglio dover guardare una guida di un’ora per un gioco prima di iniziarlo. Voglio potermi divertire dal momento in cui prendo in mano il controller.

Darkest Dungeon battle screenshot

In alcuni casi, questo è semplicemente un caso di cattivo design. Forse gli sviluppatori non hanno reso la strada da seguire particolarmente facile da vedere per amore del “realismo” O forse non hanno detto al giocatore come usare un oggetto curativo perché hanno dato per scontato che tutti lo sapessero. Non è mai intenzionale, ma le persone che fanno i giochi non sono perfette, e a volte il modo in cui implementano le cose nei giochi non è ottimale per tutorial facilmente digeribili.

La tendenza recente è quella di rendere il tutorial il più minimale possibile, ma amico, a volte devi solo darci delle istruzioni. Va bene, penseremo comunque che sia artistico o altro.

Ma il più delle volte non riesco a imparare un nuovo gioco perché sono stanco. Padroneggiare completamente un gioco con meccaniche complesse è una delle sensazioni più gratificanti che ho quando gioco, ma spesso richiede più potenza cerebrale di quella che ho in un dato momento. A volte l’idea di sedermi e cercare di capire come funzionano sistemi come i menu, il crafting e le valute in un nuovo gioco mi fa venire voglia di fare un pisolino.

The Witcher 3 inventory screenshot[Image Source: RPG Site]Ci sono interi giochi che sono fuori discussione per me perché è semplicemente troppo lavoro. Ho un po’ più di un’ora registrata in Darkest Dungeon, che sulla carta dovrei amare, ma l’ho accantonato quando mi sono reso conto che avevo bisogno di guardare tre ore di guide su YouTube per farcela con un po’ di successo. The Witcher 3 è probabilmente uno dei migliori giochi di tutti i tempi, ed è stato nel mio backlog per anni, ma le dimensioni e il volume di quel gioco significa che continua ad essere spostato fino a più tardi. League of Legends è un non-starter.

E questo viene da qualcuno che gioca ai giochi per vivere. Qualche anno fa, quando ho ottenuto il mio primo lavoro nello sviluppo di giochi, mio padre ha comprato una PS4 per sostenermi, e ha detto che avrebbe giocato a tutti i giochi su cui ho lavorato. Ho pensato che questo fosse incredibilmente dolce da parte sua, ma quasi due anni dopo, non ha davvero giocato molto di niente. Ha provato il God of War del 2018 e ha pensato che fosse bello, ma ha dovuto rinunciare perché non riusciva a capire le combo che il gioco voleva che facesse e continuava a morire.

È tornato alla serie Ratchet & Clank, che era una delle sue preferite da giocare sulla PS2 che avevamo crescendo. Una sera mi chiamò al telefono per chiedermi come completare un livello, perché anche se stava uccidendo i nemici, questi continuavano ad arrivare; non si rendeva conto che doveva distruggere la nave da cui uscivano per evitare che si riproducessero.

Ratchet & Clank (2016) screenshot[Image Source: The AU Review]Vedere mio padre lottare così tanto per completare compiti di gioco davvero basilari mi fa pensare molto all’alfabetizzazione dei giochi, e a come abbiamo bisogno di progettare giochi con giocatori completamente nuovi in mente, così come di costruire più strumenti e tutorial per rendere il processo di apprendimento più agevole.

Ma sto divagando. Il mio punto qui è che l’unico gioco che mio padre è stato in grado di completare era Jak and Daxter, il suo gioco preferito in assoluto di tutti i tempi. Quando continuava a scontrarsi con giochi che non avevano senso per lui, o che gli sembravano troppo difficili da imparare, è tornato a un classico che conosceva dentro e fuori. Ha detto che gli ci sono volute solo quattro ore per batterlo, e non ha davvero avuto alcun desiderio di prendere qualcos’altro. Benvenuto nel mio mondo, papà.

Allora, sperimentate la fatica di un nuovo gioco? Come la combattete? Stai giocando a qualche gioco in questo momento che ti sembra più problematico di quanto valga la pena?

Qualcun altro soffre di stanchezza da gioco nuovo? 1